LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Forum dedicato all'Omeopatia con possbilità di ricevere consulti medici sulla Medicina Omeopatica. Risponde il Dott. Tancredi Ascani, medico omeopata unicista.

LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il ven gen 28, 2011 1:26 pm

Energia: solo rinnovabile al 100%
Si può fare entro il 2030


Nel mondo servirebbero 4 milioni di pale eoliche, 90 mila centrali solari e 1,7 miliardi di impianti fotovoltaici

MILANO – Nel 2030 l’energia ottenuta da combustibili fossili o da impianti atomici sarà un ricordo del passato. Pura utopia? Forse. Volendo si potrebbe fare, è solo una questione di politica economica. Lo sostiene uno studio di Mark Delucchi (Università di California Davis) e Mark Jacobson (Stanford University) pubblicato in gennaio sulla rivista specializzata Energy Policy. Gli investimenti sarebbero ingenti in quanto andrebbero installati 4 milioni di pale eoliche da 5 megawatt, 90 mila centrali solari da 300 megawatt (sia fotovoltaiche che a concentrazione) e 1,7 miliardi di pannelli solari fotovoltaici da 3 chilowatt (in pratica ogni casa del mondo dovrebbe avere il proprio impiantino sul tetto).
MIX - Per completare il mix che porterebbe al 100% di rinnovabili, spiegano Delucchi e Jacobson, la quantità globale di energia prodotta dovrebbe comprendere il 4% di idroelettrico (non molto di più dell’attuale percentuale) e il 6% complessivo da geotermico e dall’energia ricavata da onde e maree. Un punto fondamentale però è l’efficienza energetica, cioè bassi consumi e taglio netto degli sprechi. Tra le fonti rinnovabili lo studio americano volutamente ignora le energie ricavate da biomasse e dall’atomo, che invece contribuiscono rispettivamente con il 10% e il 6% all’energia mondiale oggi prodotta.

SMART GRID - Delucchi e Jacobson nel loro studio hanno ovviamente preso in considerazione la disponibilità di risorse per la costruzione dei pannelli solari, per esempio le cosiddette terre rare. Un punto chiave però è la realizzazione di una rete elettrica «intelligente» (smart grid), senza la quale diventa un problema insormontabile la connessione alla rete di grandi centrali eoliche e solari, e soprattutto il bilanciamento delle due risorse – variabili per definizione sia di giornata in giornata che durante le diverse ore del giorno.

VOLONTÀ - «Volevamo dimostrare che sole, vento e acqua sono sufficienti a soddisfare la domanda di energia», hanno dichiarato i due ricercatori californiani. «Il problema principale è solo la volontà politica». I costi oggi sarebbero proibitivi per realizzare il passaggio totale alle rinnovabili, ma secondo i due autori della ricerca entro il 2030 i costi dovrebbero scendere in modo costante, tanto da rendere entro quella data «proibitiva» – anche per i costi sociali e ambientali – l’idea di aprire nuove centrali a combustibili fossili o nucleari.

Fonte:
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnol ... aabc.shtml
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il gio feb 03, 2011 2:07 pm

Fiuto cani per diagnosi tumore

L'olfatto dei cani può diagnosticare il tumore del colon, della prostata ed altre neoplasie, con un livello di accuratezza molto elevato, anche nei primi stadi della malattia. Lo rivelano diversi studi.

[Salute Sicilia]

C'è uno studio francese pubblicato sull’ultimo numero della rivista European Urology e uno di Kyushu University a Fukuoka, in Giappone pubblicata online su Gut.

Nello studio francese il professor Cussenot racconta di aver addestrato un pastore belga a riconoscere la presenza, in un campione di urina, di neoplasia prostatica. La precisione dell’animale nel riconoscere la malattia si è attestata al 91%.

Per il lo studio giapponese i ricercatori hanno appositamente addestrato un labrador retriever. I campioni provenivano da 48 persone con un cancro del colon accertato, a vari stadi della malattia, e da 258 volontari che non ne soffrivano o che ne avevano sofferto in passato.

Circa la metà dei campioni dei volontari proveniva da persone affette da polipi intestinali che, seppure benigni, sono considerati delle formazioni che possono degenerare in cancro. Il 6 per cento e dei campioni di espirato e uno su 10 dei campioni di feci di questo gruppo proveniva da soggetti sofferenti di altri problemi gastrointestinali, come ulcera, sindrome del colon irritabile, diverticolosi e appendicite.

Il cane ha identificato con successo quali fossero i campioni cancerosi con un accuratezza del 95% nei campioni di espirato e del 98% in quelli di feci, con il tasso di rilevazione più elevato proprio fra i campioni presi da persone ai primi stadi della malattia. I livelli di affidabilità sono paragonabili a quelli della colonscopia.

Il cane è dunque in grado di fiutare gli odori legati a sostanze prodotte dalle cellule cancerose che circolano nell'organismo, osservano i ricercatori, confermando altre ricerche e resoconti aneddotici che già avevano indicato la capacità di questi animali di rilevare i cancri della prostata, della pelle, del polmone, del seno e dell'ovaio.

E' strano poi, rilevare, che i ricercatori insistono nel volere sviluppare un sensore elettronico, mentre l'utilizzo di cani addestrati potrebbe essere alla portata di pochissimi anni a costi bassissimi e senza esami invasivi per lo screening. Ma a bloccare tale sviluppo da cui trarremmo enormi vantaggi, sembra siano l'impossibilità di lucrare e concentrare i grossi guadagni nelle mani dei grandi fornitori. Così ci lasciano ammalare o consigliare test, come il Test Psa, imprecisi e praticamente inutili per la diagnostica precoce dei tumori (anche spacciata per prevenzione).

Fonte:
http://www.saluteme.it/scienza/1925-fiu ... umore.html
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi white il gio feb 03, 2011 4:33 pm

A titolo informativo riporto di un esperimento eseguito in Germania. Hanno messo davanti a vari cani delle ciotole piene di acqua, ciascuna delle quali conteneva un (solo) rimedio omeopatico (unitario). Hanno potuto constatare come ogni cane bevesse sempre e solo da alcune ciotole, rifiutandosi di bere dalle altre. La scelta delle ciotole usate dai cani variava durante i giorni. La deduzione è che i cani riuscissero a capire quali rimedi erano contenuti e quali erano utili alla loro situazione.
white
 

LADY COMP - il contraccettivo naturale e sicuro

Messaggiodi Dr.Ascani il mer mar 16, 2011 10:37 am

Per liberarsi definitivamente dalla schiavitù e dagli effetti collaterali della pillola:

http://www.babycomp-it.org/
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il gio mar 24, 2011 9:45 am

STANZIATI MILIARDI DI EURO PER USARE LE FONTI RINNOVABILI
Merkel: «Prima la Germania lascia l'energia il nucleare meglio è»
La «catastrofe di apocalittiche dimensioni» ha irrimediabilmente segnato l'inizio di una nuova era


(Ap) FRANCOFORTE - «Più presto la Germania uscirà dal nucleare meglio sarà». Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel, a Francoforte. La Germania è l'unica tra le maggiori nazioni del mondo ad essere determinata ad abbandonare l'energia nucleare per i rischi correlati a questa tecnologia. La maggiore economia europea sta stanziando miliardi di euro per usare le fonti rinnovabili in modo da soddisfare i suoi bisogni. Era programmato che la transizione avvenisse per gradi nei prossimi 25 anni, ma il disastro alla centrale di Fukushima ha accelerato il processo.

NUOVA ERA - Il cancelliere Angela Merkel ha detto che la «catastrofe di apocalittiche dimensioni» ha irrimediabilmente segnato l'inizio di una nuova era. La decisione di Berlino di spegnere temporaneamente 7 dei suoi 17 reattori per controlli di sicurezza fornisce un'idea di cosa cambierà per un Paese industrializzato quando, rinunciando al nucleare, si perde un quarto dell'energia a propria disposizione.

Fonte
http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_ ... a8b1.shtml
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il lun mag 30, 2011 10:25 am

La Germania dice addio al nucleare

Le centrali verranno fermate tutte entro il 2022: gran parte dei reattori disattivati entro il 2011

MILANO - La Germania sarà la prima potenza industriale a rinunciare all'energia nucleare. Il ministero dell'Ambiente ha annunciato infatti che fermerà il suo ultimo reattore nel 2022 e ha definito la decisione «irreversibile». Venerdì scorso i ministri dell'Ambiente regionali e federale si sono accordati sulla decisione.
LA DECISIONE - Gran parte dei reattori tedeschi sarà disattivato entro quest'anno, mentre gli ultimi tre funzioneranno per altri 11 anni al massimo. Il ministro Norbert Roettgen ha spiegato che gli otto reattori dei 17 che non sono collegati alla rete di produzione di energia elettrica non saranno più riattivati. La decisione è frutto delle riflessioni che il governo tedesco ha avviato dopo il disastro di Fukushima, che ha provocato proteste di massa nel paese, contro l'impiego dell'energia atomica. L'energia nucleare garantisce attualmente il 22% del fabbisogno di elettricità del Paese.

PROTESTE - Domenica decine di attivisti di Greenpeace si erano arrampicati sulla Porta di Brandeburgo, a Berlino, per chiedere lo stop del nucleare esponendo uno striscione con la scritta «Ogni giorno di energia nucleare è uno di troppo». Sabato decine di migliaia di persone avevano manifestato in diverse città sempre contro il nucleare. Secondo gli organizzatori almeno 16 mila persone in 21 città, di cui 25 mila a Berlino e Monaco, 20 mila ad Amburgo e 10 mila a Friburgo avevano partecipato a cortei, mentre la polizia tedesca ha contato circa 20 mila manifestanti nella capitale.

Fonte:
http://www.corriere.it/esteri/11_maggio ... c804.shtml
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il mar mar 13, 2012 8:22 am

Poca contraccezione tra italiane, 16% prende pillola
Dato fra piu' bassi in Ue;in testa Sardegna con 30%utilizzatrici


(ANSA) - FIRENZE, 8 MAR - La contraccezione ormonale e' utilizzata ancora in bassa percentuale tra le donne italiane: solo il 16,2%, infatti, prende la pillola come metodo contraccettivo. Si tratta di un dato fra i piu' bassi in Europa.

A sottolinearlo, gli esperti riuniti a Firenze in occasione del Congresso mondiale di endocrinologia ginecologica.

A fronte di questo scarso utilizzo, rilevano gli specialisti, la contraccezione ormonale ha invece dimostrato una serie di vantaggi per la salute della donna, a partire dall'effetto protettivo esercitato sulle ovaie, che le 'preserva' garantendo cosi' maggiori chance di successo nel momento in cui si decide di avere un figlio.

Diversa la situazione nel resto del mondo: in vari Paesi, infatti, la percentuale di utilizzo della pillola tra le donne arriva al 70%. E' il caso, ad esempio, di Stati Uniti, Canada, alcuni paesi dell'America meridionale, Australia, Cina, Gran Bretagna e Europa del Nord.

Quanto alla 'classifica' italiana, la regione con la piu' alta percentuale di utilizzo della contraccezione ormonale e' la Sardegna (30,3%), seguita da Valle d'Aosta (23%), Liguria (20%), Piemonte (18,8%), Lombardia (18,6%) ed Emilia (18,5%). Seguono ancora: Toscana (18%), Trentino /17,8%), Friuli V.G. (16,6%), Veneto (15,6%), Lazio (14,3%), Umbria (14%), Marche (12,7%), Abruzzo (11,7%), Sicilia (10,8%), Puglia (9,1%).

Regioni ultime per uso della pillola tra le donne sono, invece, Campania (7,2%), Basilicata (7,4%), Calabria (8,6%) e Molise (8,7%). (ANSA).

Fonte:
http://www.ansa.it/saluteebenessere/not ... 97266.html


RIFLESSIONI
A dispetto di quanto se ne dica, le pillole anticoncezionali squilibrano il sistema ormonale della donna e la possono predisporre a diverse patologie, anche molto gravi. Non si creda che assumere ormoni, anche se a basso dosaggio, ogni giorno, per anni, sia una pratica innocua e basta leggere il bugiardino per rendersene conto. La pillola anticoncezionale è un farmaco e in quanto tale provoca degli effetti collaterali. Esistono metodi anticoncezionali molto migliori, naturali, sicuri e completamente privi di effetti collaterali, che consiglio caldamente: http://www.babycomp-it.org/prodotti/ladycomp.html
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il sab mag 12, 2012 11:08 pm

Bicarbonato di sodio e il cancro - Al via la sperimentazione in Arizona

Immagine

Il Dr. Mark Pagel, membro dell’University of Arizona Cancer Center, riceverà 2 milioni di dollari come sovvenzione da parte del National Institutes of Health per studiare l'efficacia della terapia personalizzata con bicarbonato di sodio per il trattamento del cancro al seno. In altre parole, la sperimentazione clinica sull'uso di bicarbonato di sodio per via orale nei trattamenti contro il cancro al seno sta per cominciare! [1] Ovviamente ci sono studiosi che hanno capito che il bicarbonato di sodio (baking soda), che è la stessa cosa che può salvare la vita di una persona al pronto soccorso in un attimo, è una delle prime opzioni più sicure ed efficaci per la cura del cancro.

Naturalmente mi sento ripagato per tutto ciò che ho scritto sul libro Sodium Bicarbonate – Rich Man’s Poor Man’s Cancer Treatment, che è considerato ancora come l'unica recensione medica completa in materia di utilizzo di semplice bicarbonato di sodio nella pratica della medicina. Quando assunto per via orale con acqua, specialmente in acqua con alto contenuto di magnesio, e quando assunto con sistema transdermico, il bicarbonato di sodio diventa una prima linea di cura per il trattamento del cancro, delle malattie renali, del diabete, dell’influenza e anche del raffreddore comune. E soprattutto, è anche uno scudo contro l'esposizione alle radiazioni, tanto che tutti dovrebbero farne uso il prima possibile. La salute di tutti è sotto pesante attacco nucleare da forti venti radioattivi che circondano l'emisfero settentrionale.

In realtà non è una sorpresa che un ricercatore dell'Università dell’Arizona abbia ricevuto questo contributo, perché proprio in Arizona la ricerca sul cancro va avanti da anni. Il Dr. Robert J. Gillies e i suoi colleghi hanno già dimostrato che il pre-trattamento dei topi con bicarbonato di sodio ha dato dei risultati di alcalinizzazione nella zona intorno ai tumori. Gli stessi ricercatori hanno riferito che il bicarbonato aumenta il pH tumorale e inibisce le metastasi spontanee nei topi con cancro al seno. [2] Riduce anche il tasso di coinvolgimento linfonodale.

Ho recentemente pubblicato uno studio sulle infezioni da funghi, è stato associato il cancro al seno all'incremento nella frequenza di consumo di formaggio fermentato. [3] I funghi producono dei metaboliti tossici chiamati micotossine [4] che possono provocare il cancro. L'aflatossina è una micotossina con potere cancerogeno che si trova nel burro di arachidi scadente e in altri prodotti lattiero-caseari. Alcuni ricercatori, nel 1993, hanno esaminato un campione di un tumore mammario umano e hanno trovato un quantitativo significativo di aflatossine cancerogene all'interno del tessuto stesso incriminando l’aflatossina e quindi il fungo come cause per il cancro al seno. [5]

Il livello di pH dei nostri fluidi interni influisce su ogni cellula del nostro corpo. L’eccesso cronico di acidità corrode i tessuti del corpo, e se lasciato senza controllo interromperà tutte le attività e le funzioni cellulari. In altre parole, l’eccesso di acidità interferisce con la vita stessa. Questo è alla base del cancro.

I trattamenti medici con bicarbonato di sodio, sono il miglior modo per "accelerare" il ritorno dei livelli di bicarbonato nel corpo alla normalità. Il bicarbonato di sodio sembra essere una delle sostanze medicinali più utili in quanto agisce sull'equilibrio acido-alcalino alla base della salute umana.

Il pH dei nostri tessuti e fluidi corporei è fondamentale perché influenza e rispecchia il nostro stato di salute o la nostra pulizia interna. Quanto più il pH è vicino a valori come 7,35-7,45, tanto più alto sarà il nostro livello di salute e benessere. Se si rimane all'interno di questi valori, si aumenta notevolmente la capacità di resistenza alle malattie acute come raffreddore e influenza, nonché l'insorgenza di cancro e altre malattie. Mentre l’assunzione di bicarbonato di sodio ci dà un aiuto immediato verso l'alcalinità, per portare il nostro pH in un range positivo e mantenerlo nel tempo, è necessario apportare cambiamenti alla dieta ed avere uno stile di vita sano.

La scala del pH è come un termometro che mostra aumenti e diminuzioni del contenuto acido-alcalinico dei fluidi. Valori al di sopra o al di sotto di 7,35-7,45 di pH nel sangue possono segnalare sintomi potenzialmente gravi e pericolosi o patologie. Quando il corpo non riesce più in modo efficace a neutralizzare ed eliminare gli acidi, li trasferisce direttamente nei fluidi extracellulari e nelle cellule del tessuto connettivo compromettendo l'integrità cellulare. Viceversa, quando il corpo diventa troppo alcalino per troppo bicarbonato nel sangue, si verifica una alcalosi metabolica che può portare a gravi conseguenze se non corretta rapidamente [6].

Jon Barron presenta un modo di osservare il pH che ci illumina su uno dei principali vantaggi dell’acqua alcalina:

Gli ioni di idrogeno bloccano l'ossigeno. Ciò significa che più il liquido è acido, meno disponibile è l'ossigeno in esso. Ogni cellula del nostro corpo necessita di ossigeno per vivere e per mantenere la salute ottimale. Uniamo a questo ciò che conosciamo sugli ioni di idrogeno e vediamo che più il sangue è acido (minore è il suo pH), meno ossigeno è disponibile per essere usato dalle nostre cellule. Senza entrare in una discussione coinvolgendo la chimica, possiamo capire il meccanismo con l’esempio di un lago colpito da piogge acide. I pesci muoiono letteralmente soffocati in quanto l’acido delle piogge "lega" tutto l'ossigeno disponibile. Non è che l'ossigeno sia sparito, è semplicemente non disponibile. Quindi, se rialziamo il pH del lago (rendendolo più alcalino), l'ossigeno torna disponibile riportando il lago in vita. Per inciso, vale la pena notare che il cancro è legato ad un ambiente acido (mancanza di ossigeno), più alto è il pH (più ossigeno presente nelle cellule del corpo), più è difficile il proliferare della malattia.
Capire questo è importante per due motivi: (1) rivela uno dei benefici primari dell’acqua alcalina, più ossigeno "disponibile" nel sistema e (2) spiega quindi perchè l'acqua alcalina aiuta a combattere il cancro.


L’oceano, madre della vita, ha un pH medio di circa 8,1.
Il pH ideale per il sangue è circa 7,4, leggermente alcalino, non acido.

Jon Barron

Barron conclude:

Se stai mangiando bene e vivi in modo pulito, allora sì, puoi bere acqua comune con un pH leggermente al di sopra del neutro. Tuttavia, se stai mangiando la tipica dieta occidentale, ricca di carne, cereali, bibite e zuccheri che acidificano il corpo, allora è un'altra storia. Il tuo bilanciamento di pH è ormai così lontano dai livelli normali che per contrastarlo devi alcalinizzare l'acqua. La mia raccomandazione sul valore del pH per l’acqua da bere tutti i giorni è di circa 7,5-8, a seconda di quanto è “acida” la vostra dieta. Un consumo di acqua con pH più alto per periodi prolungati, dovrebbe essere riservato solo a circostanze particolari. Le acque di montagna più famose del mondo, le acque rinomate per le loro proprietà curative, sono altamente alcaline. Mi riferisco alle acque che scendono dall'Himalaya, e in particolare alle acque della Valle Hunza, che hanno un pH tra il 9 e l’11.
Non bisogna necessariamente essere un medico per praticare la cura del pH. Ogni praticante delle arti curative e ogni madre e padre hanno bisogno di capire come utilizzare il bicarbonato di sodio. La carenza di bicarbonato è un problema reale che peggiora con l'età, ecco perchè è importante capire e apprezzare tutta la ricchezza del bicarbonato di sodio.

[1] Il bicarbonato di sodio potrebbe avere un potenziale contro il cancro: http://digitaljournal.com/article/323645

[2] http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19276390

[3] Uno studio arriva da Le, et al. (1986), in uno studio campione francese, su 1.010 casi di cancro al seno e 1.950 controlli su patologie non maligne, è stato rilevato che il cancro al seno è associato all'incremento della frequenza di consumo di formaggi fermentati con muffe.

[4] Going, et al. (1990) hanno trovato che cristalli di weddellite (ossalato di calcio) sono presenti nelle calcificazioni presenti nel tessuto mammario di pazienti con cancro al seno. I cristalli di ossalato di calcio si formano quando il calcio si lega con l’acido ossalico. L’acido ossalico è una micotossina che può essere prodotta da differenti specie fungine. Alcuni funghi producono quantità così alte di acido ossalico tanto da venire utilizzati per la produzione commerciale di agenti chimici. L’infezione fungina nei polmoni umani da Aspergillus niger produce grandi quantità di acido ossalico.

[5] I ricercatori hanno esaminato il DNA umano da una varietà di tessuti e organi per identificare e quantificare le aflatossine DNA-addotti. Tali addotti sono considerati prova della presenza di micotossine in un determinato tessuto. La loro scoperta? "I tessuti tumorali avevano livelli più alti di aflatossine addotti del tessuto normale della stessa persona."

[6] http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency ... 001183.htm

Fonte: http://blog.imva.info/medicine/baking-soda-cancer-laugh

Tradotto da: “La Leva di Archimede”

Fonte:
http://www.laleva.org/it/2012/05/bicarb ... izona.html
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il lun giu 24, 2013 11:53 am

Veronesi si deve arrendere a Di Bella. Somatostatina efficace contro il cancro

Immagine

A 100 anni dalla nascita del “poeta della scienza” ecco che arriva una conferma da parte della medicina ufficiale. Il Professor Luigi di Bella originario di Linguaglossa in provincia di Catania era stato massacrato proprio prima di morire, gli avevano dato del ciarlatano al punto che il Professor di Bella se ne andò consapevole che il suo metodo sarebbe stato attaccato da ogni fronte. Adesso però la comunità scientifica si mette in riga. L’università di Firenze e Umberto Veronesi con L’Istituto Europeo di Oncologia (IEO) arrivano finalmente a dare dignità scientifica al metodo Di Bella.
La terapia Di Bella si guadagna uno studio realizzato da parte dell’Università di Firenze dal nome: “Effetti combinati di melatonina, acido trans retinoico e somatostatina sulla proliferazione e la morte delle cellule di cancro al seno”. E’ uno dei pochi studi autorevoli in campo medico e che finalmente consegnano la Terapia Di Bella al campo della scienza ufficiale.
Lo studio condotto dall’Università di Firenze è stato poi pubblicato sulla rivista European Journal of Pharmacology ed ha ricevuto l’approvazione del IEO in seguito alla guarigione di cellule tumorali nel seno di una trentenne. Questa volta possiamo dirlo: il metodo Di Bella è efficace contro i tumori. Il tempo delle contestazioni è ormai lontano.

Fonte:
http://www.nebrodi5stelle.it/movimento/ ... ancro/405/


Disclaimer : Queste informazioni hanno solo un fine illustrativo. Nebrodi 5 Stelle non dà consigli medici. Anche se l’informazione fosse da un punto di vista generale corretta, potrebbe non riferirsi ai sintomi manifestati da parte di chi legge. Pertanto non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico.
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE BELLE NOTIZIE DELLA SCIENZA

Messaggiodi Dr.Ascani il gio mag 08, 2014 8:35 am

“Le Riviste Scientifiche Dovrebbero Smettere Di Pubblicare Ricerche Finanziate Dall’industria Farmaceutica”

Immagine

Potrebbe sembrare una provocazione esagerata, quella di Richard Smith (per anni alla direzione del British Medical Journal) che nei mesi scorsi ha lanciato una campagna twitter #pharmaban per puntare l’attenzione su un conflitto d’interessi di vaste proporzioni che riguarda l’intero mondo dell’editoria medico-scientifica.

Il margine di profitto dell’aziende editoriali scientifiche multinazionali, anche in questi anni di crisi, è paragonabile a quello dell’industria farmaceutica o petrolifera; e non sempre quest’ultime, riescono a fare meglio.

Richard Smith, parla chiaro: le riviste possono ricavare anche un milione di dollari dalla pubblicazione di una ricerca finanziata dalle aziende farmaceutiche. Soprattutto le grandi realtà editoriali si sono trasformate di fatto in un veicolo di marketing per Bigpharma, diventando dipendenti finanziariamente dalle industrie farmaceutiche. Si tratta di un conflitto d’interesse di vaste proporzioni che mina la credibilità e l’affidabilità dell’intero mondo dell’informazione medico-scientifica.

In un contesto del genere, la richiesta di Richard Smith, di vietare la pubblicazione delle ricerche finanziate dalle aziende farmaceutiche sulle riviste più prestigiose, forse potrebbe essere di difficile attuazione, visti i grandi interessi economici in gioco, ma è di sicuro sensata.

In merito ai gravi problemi che interessano la ricerca medica riportiamo di seguito altri autorevoli interventi.



“Semplicemente non è più possibile credere a gran parte della ricerca clinica pubblicata, o fare affidamento sul giudizio di medici stimati o di linee guida autorevoli. Non traggo alcun piacere da questa conclusione, che ho elaborato lentamente e controvoglia nel corso dei due decenni in cui ho lavorato come editor al New England Journal of Medicine.”

- Marcia Angell, la prima donna a ricoprire il ruolo di direttore responsabile del New England Journal of Medicine, una delle più prestigiose riviste medico-scientifiche al mondo

…Abbiamo infatti troppe volte scoperto che dietro la riservatezza delle informazioni scientifiche sullo sviluppo di farmaci e presidi medici, concessa per tutelare i giusti interessi commerciali di chi ha investito in ricerca e innovazione per la tutela e la promozione della salute, si sono nascoste truffe, frodi e addirittura reati gravi. Si va dall’occultamento di seri effetti collaterali (anche mortali) dei farmaci, alla modifica fraudolenta dei dati a favore del proprio prodotto, per citare solo i più comuni. Sono molte le multinazionali del farmaco che si sono macchiate di questo tipo di azioni. Contrastare una simile corruttela è purtroppo impresa ardua….

…Di fatto, l’unico modo per ostacolare questi comportamenti è quello di imporre trasparenza e aumentare il controllo delle informazioni…

tratto da “Trasparenza della ricerca: a che punto siamo?” di Vittorio Bertelè, Guido Bertolini, Silvio Garattini
http://www.saluteattivaonlus.it/news/le ... maceutica/
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Prossimo

Torna a Forum Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

cron