Endometriosi

Forum dedicato all'Omeopatia con possbilità di ricevere consulti medici sulla Medicina Omeopatica. Risponde il Dott. Tancredi Ascani, medico omeopata unicista.

Re: Endometriosi

Messaggiodi dani il mar mag 06, 2014 12:35 pm

Buongiorno Dott mi chiamo daniela e anch'io ho problemi di endometriosi, probabilmente causata da un continuo contatto con pesticidi usati nei vigneti (ditiocarbammati-interferenti endocrini). Attualmente ho due cisti (una più grande a dx) nn molto gravi, ma con dolori forti. Mi sto molto aiutando con la reflessologia plantare che studio da due anni e che mi ha permesso di riuscire a volte a non prendere gli antidolorifici. Cerco anche di seguire una dieta adatta (cn pochi zuccheri, latticini e tante verdure ecc) Ho avuto una regressione della cisti a sx che poi è però ricomparsa in un perido di stress. Vorrei chiederle come integrare la reflessologia (che è antidolorifica e antitinfiammatoria per me) con una cura omeopatica che permetta di ridurre le cisti e anche il dolore. Grazie per la sua genitlezza. Daniela
dani
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar mag 06, 2014 12:22 pm

Re: Endometriosi

Messaggiodi Dr.Ascani il mar mag 06, 2014 3:52 pm

Deve rivolgersi ad un medico omeopata che la segua e le indichi la cura a lei più appropriata; per endometriosi, cisti e dolori in genere è sufficiente la sola cura omeopatica. Se vuole continuare la reflessologia comunque non ci sono problemi ad abbinare le due metodiche in quanto non interagiscono tra di loro.

Cordiali saluti
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: Endometriosi

Messaggiodi Lela il dom ott 04, 2015 6:07 pm

Buongiorno, sono una giovane donna e da qualche mese ho scoperto di avere l'endometriosi a causa di sporadici cicli molto dolorosi. Ho cisti di natura endometriosica molto grandi, di cui una di 6cm.
Inizialmente i medici mi stavano già preparando la cartella clinica per l'intervento chirurgico senza che io sapessi ancora nulla riguardo questa malattia. Poi ho trovato una brava ginecologa che, dopo avermi fatto maggior chiarezza, ha proposto la somministrazione di Visanne, che mi avrebbe bloccato il ciclo mestruale per qualche mese. In seguito avremmo valutato la chirurgia se fosse stata necessaria.
Prima di passare in farmacia ho voluto informarmi se fossero state possibili alternative per poter evitare queste procedure che io considero "aggressive" per il mio corpo, dato che non mi trovavo in una situazione di immediata emergenza.
Mi si è aperto così il mondo dell'omeopatia.
Sono stata da una naturopata per un programma alimentare che potesse aiutarmi riguardo il mio problema e ho scoperto intolleranze alimentari da cui mi sto tenendo alla larga,almeno per un periodo di 3-4 mesi.
Nel frattempo ho fatto preparare una miscela di 3 fiori di bach per superare ansia e fobie, con cui mi ero già trovata bene mesi prima.
Sono andata da una brava omeopata unicista che mi ha prescritto Cyclamen in gocce (3 gocce x 1 volta al giorno) e Basenpulver da prendere la sera prima di coricarmi per basificare l'organismo.
Da un paio di mesi sto assumendo Fibrocento di Fior di Gemma, che l'omeopata stessa mi ha approvato.
Siccome tengo molto a questa cura per evitare di dover intraprendere la strada della medicina tradizionale/chirurgia volevo chiederle un parere riguardo il programma che sto seguendo, viste le risposte interessanti che ha dato alle altre donne con questo problema.
Cordiali saluti
Lela
 
Messaggi: 3
Iscritto il: dom ott 04, 2015 3:50 pm

Re: Endometriosi

Messaggiodi Dr.Ascani il dom ott 04, 2015 11:35 pm

Lela ha scritto:Buongiorno, sono una giovane donna e da qualche mese ho scoperto di avere l'endometriosi a causa di sporadici cicli molto dolorosi. Ho cisti di natura endometriosica molto grandi, di cui una di 6cm.
Inizialmente i medici mi stavano già preparando la cartella clinica per l'intervento chirurgico senza che io sapessi ancora nulla riguardo questa malattia. Poi ho trovato una brava ginecologa che, dopo avermi fatto maggior chiarezza, ha proposto la somministrazione di Visanne, che mi avrebbe bloccato il ciclo mestruale per qualche mese. In seguito avremmo valutato la chirurgia se fosse stata necessaria.
Prima di passare in farmacia ho voluto informarmi se fossero state possibili alternative per poter evitare queste procedure che io considero "aggressive" per il mio corpo, dato che non mi trovavo in una situazione di immediata emergenza.
Mi si è aperto così il mondo dell'omeopatia.
Sono stata da una naturopata per un programma alimentare che potesse aiutarmi riguardo il mio problema e ho scoperto intolleranze alimentari da cui mi sto tenendo alla larga,almeno per un periodo di 3-4 mesi.
Nel frattempo ho fatto preparare una miscela di 3 fiori di bach per superare ansia e fobie, con cui mi ero già trovata bene mesi prima.
Sono andata da una brava omeopata unicista che mi ha prescritto Cyclamen in gocce (3 gocce x 1 volta al giorno) e Basenpulver da prendere la sera prima di coricarmi per basificare l'organismo.
Da un paio di mesi sto assumendo Fibrocento di Fior di Gemma, che l'omeopata stessa mi ha approvato.
Siccome tengo molto a questa cura per evitare di dover intraprendere la strada della medicina tradizionale/chirurgia volevo chiederle un parere riguardo il programma che sto seguendo, viste le risposte interessanti che ha dato alle altre donne con questo problema.
Cordiali saluti


Salve, la cura più importante è quella omepatica e deve essere individualizzata e modificata nel tempo a seconda dell'evolversi dei sintomi. I fiori di Bach e altri prodotti fitoterapici/erboristici è meglio evitarli per evitare interferenze con la cura. Farmaci che bloccano il ciclo sono da evitare nel modo più assoluto, il ciclo mestruale costituisce un'eliminazione tossinica importantissima per la donna e non va soppressa. Cyclamen non è tra i rimedi profondi di maggior uso ma senza conoscerla non posso darle un parere in merito. Posso soltanto dirle se sta facendo una cura omeopatica unicista corretta. A che dosaggio lo sta prendendo? Non ha specificato la potenza.
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: Endometriosi

Messaggiodi Lela il gio mar 03, 2016 1:46 pm

Dr.Ascani ha scritto:
Lela ha scritto:Buongiorno, sono una giovane donna e da qualche mese ho scoperto di avere l'endometriosi a causa di sporadici cicli molto dolorosi. Ho cisti di natura endometriosica molto grandi, di cui una di 6cm.
Inizialmente i medici mi stavano già preparando la cartella clinica per l'intervento chirurgico senza che io sapessi ancora nulla riguardo questa malattia. Poi ho trovato una brava ginecologa che, dopo avermi fatto maggior chiarezza, ha proposto la somministrazione di Visanne, che mi avrebbe bloccato il ciclo mestruale per qualche mese. In seguito avremmo valutato la chirurgia se fosse stata necessaria.
Prima di passare in farmacia ho voluto informarmi se fossero state possibili alternative per poter evitare queste procedure che io considero "aggressive" per il mio corpo, dato che non mi trovavo in una situazione di immediata emergenza.
Mi si è aperto così il mondo dell'omeopatia.
Sono stata da una naturopata per un programma alimentare che potesse aiutarmi riguardo il mio problema e ho scoperto intolleranze alimentari da cui mi sto tenendo alla larga,almeno per un periodo di 3-4 mesi.
Nel frattempo ho fatto preparare una miscela di 3 fiori di bach per superare ansia e fobie, con cui mi ero già trovata bene mesi prima.
Sono andata da una brava omeopata unicista che mi ha prescritto Cyclamen in gocce (3 gocce x 1 volta al giorno) e Basenpulver da prendere la sera prima di coricarmi per basificare l'organismo.
Da un paio di mesi sto assumendo Fibrocento di Fior di Gemma, che l'omeopata stessa mi ha approvato.
Siccome tengo molto a questa cura per evitare di dover intraprendere la strada della medicina tradizionale/chirurgia volevo chiederle un parere riguardo il programma che sto seguendo, viste le risposte interessanti che ha dato alle altre donne con questo problema.
Cordiali saluti


Salve, la cura più importante è quella omepatica e deve essere individualizzata e modificata nel tempo a seconda dell'evolversi dei sintomi. I fiori di Bach e altri prodotti fitoterapici/erboristici è meglio evitarli per evitare interferenze con la cura. Farmaci che bloccano il ciclo sono da evitare nel modo più assoluto, il ciclo mestruale costituisce un'eliminazione tossinica importantissima per la donna e non va soppressa. Cyclamen non è tra i rimedi profondi di maggior uso ma senza conoscerla non posso darle un parere in merito. Posso soltanto dirle se sta facendo una cura omeopatica unicista corretta. A che dosaggio lo sta prendendo? Non ha specificato la potenza.



Inizialmente ho assunto Cyclamen LM 6 per un mese e successivamente la dottoressa me l'ha prescritto con potenza LM 9 per un altro mese. Dolori associati al ciclo non ne ho più da luglio dell'anno scorso quindi la situazione è migliorata. Chiaramente le malattia rimane, dalle ultimissime visite risulta che ho delle piccole aderenze ma non sono ancora da operare.
Ho paura che bloccando l'assunzione di Cyclamen o altro prodotto omeopatico la situazione possa peggiorare. Cosa mi consiglia per tenerla sotto controllo?
Grazie per la disponibilità
Lela
 
Messaggi: 3
Iscritto il: dom ott 04, 2015 3:50 pm

Re: Endometriosi

Messaggiodi Dr.Ascani il gio mar 03, 2016 3:35 pm

Se si affida ad un bravo omeopata non ha nulla da temere, è normale modificare la cura con il tempo. I sintomi e la persona cambiano quindi deve cambiare anche la cura.
Saluti
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: Endometriosi

Messaggiodi Lela il gio mar 03, 2016 3:36 pm

Dr.Ascani ha scritto:Se si affida ad un bravo omeopata non ha nulla da temere, è normale modificare la cura con il tempo. I sintomi e la persona cambiano quindi deve cambiare anche la cura.
Saluti


Grazie ancora, gentilissimo! Buona giornata
Lela
 
Messaggi: 3
Iscritto il: dom ott 04, 2015 3:50 pm

Precedente

Torna a Forum Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron