Morbillo e vaccino

Forum dedicato all'Omeopatia con possbilità di ricevere consulti medici sulla Medicina Omeopatica. Risponde il Dott. Tancredi Ascani, medico omeopata unicista.

Morbillo e vaccino

Messaggiodi piccina75 il sab dic 03, 2011 12:46 am

Buonasera,
sono mamma di un bambino di 16 mesi, che abbiamo deciso di non vaccinare contro morbillo-parotite-rosolia-varicella.
Non siamo in assoluto contrari ai vaccini (infatti le vaccinazioni obbligatorie le ha fatte), ma prima di fargli questo vaccino mi sono voluta informare, perchè mi sembrava strano doverlo immunizzare contro malattie che, forse per ignoranza, ho sempre considerato normali nell'infanzia.
Insomma, le abbiamo avute quasi tutti da bambini e non le avevo mai considerate pericolose, anzi sapevo che se contratte in età adulta potessero portare complicazioni!
E poi non capivo perchè vaccinarlo contro tutte le malattie esantematiche, se quella veramente pericolosa è solo il morbillo.
Ma a parte questa lunga premessa, quello che vorrei sapere è se effettivamente il morbillo è così pericoloso e se le complicazioni sono così frequenti come dicono.
Oppure è la solita politica del terrore come è successo per le influenze aviaria e suina?
L'omeopatia può aiutare a superare meglio la malattia? O è necessario fare una cura omeopatica preventiva per rinforzare il sistema immunitario?

Grazie
piccina75
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mar ott 18, 2011 12:17 pm

Re: Morbillo e vaccino

Messaggiodi Dr.Ascani il sab dic 03, 2011 3:26 pm

Gentile utente,
le malattie esantematiche dell'infanzia sono malattie che venivano considerate fino a pochi decenni fa benigne e che, in situazioni di buone condizioni igienico-sanitarie, come avviene nei Paesi Occidentali, non dovrebbero destare particolare preoccupazione.
Esistono sicuramente anche altri modi per aumentare le difese immunitarie e fare prevenzione, oltre ai farmaci. E tali modi a nostro giudizio vanno sempre ricercati prima di tutto nella "Natura".
Le probabilità di decesso o grave complicanza per un bambino sono estremamente rari, nei Paesi occidentali. Qualcuno potrebbe obiettare che è sempre una probabilità e quindi è meglio evitarla. Il ragionamento non farebbe una grinza se il vaccino fosse un farmaco totalmente sicuro e innocuo ma così non è. Migliaia di segnalazioni avverse vengono registrate ogni anno conseguenti alle vaccinazioni e purtroppo, a causa della mancata segnalazione da parte di tanti medici e cittadini, i dati sono probabilmente molto sottostimati.

Detto questo passiamo alla sua domanda: il morbillo è una malattia grave?

1) in condizioni di normalità il morbillo è una malattia benigna, generalmente non grave, soprattutto se contratta da piccoli e conferisce un'immunità che dura quasi sempre per tutta la vita. I neonati sono in genere protetti dagli anticorpi materni fino al primo anno d'età se le madri hanno avuto precedentemente il morbillo in modo naturale. I neonati di mamme vaccinate invece sono più a rischio di contrarre il morbillo (in quanto queste trasmettono meno anticorpi protettivi ai figli).

2) La vaccinazione antimorbillosa conferisce un'immunità che tende a diminuire con il tempo aumentando quindi il rischio di contrarre il morbillo in età adulta e in forma atipica, malattia più temibile di quella che si manifesta nei primi anni di vita. Il virus del morbillo non si può eradicare neanche vaccinando il 100% della popolazione a causa dei no-responders e delle persone che perdono l'immunizzazione con il tempo. Abbiamo infatti esperienza di focolai di morbillo anche in comunità completamente vaccinate o vaccinate al 99%.

3) Le complicanze del morbillo sono molto rare e dovute principalmente a superinfezioni batteriche. Tali complicanze, sono ormai per la gran parte curabili con i farmaci a nostra disposizione.

La decisione va quindi ponderata valutando bene il rapporto rischio\beneficio.
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: Morbillo e vaccino

Messaggiodi bibina il mar dic 06, 2011 6:26 pm

Buona sera dottore, mi inserisco in questa discussione perchè volevo portare una testimonianza riguardo i vaccini. Ho già scritto diverse volte, mio figlio grande ha fatto i vaccini fino ai 12 mesi, poi nulla più ,mentre la piccola che ha 3 anni non ha mai fatto alcun vaccino, ci curiamo da un omeopata unicista.
Io sono insegnante, l'altro giorno un mio alunno dice di non sentirsi bene, si sente mancare, suda. In realtà non solo non ha febbre, ma la temperatura misurata è sotto i 35 gradi...Lo mandiamo a casa che non sta quasi in piedi. Il giorno prima questo bambino aveva fatto il vaccino per l'influenza... Mi chiedo, è un bambino sano, robusto, perchè volere a tutti i costi vaccinare? Fermo restando comunque che ognuno può fare come vuole, certo.
Il giorno dopo è tornato a scuola, stava meglio, ma un bello spavento lo hanno preso sia gli insegnanti che i genitori, e se fosse andata peggio?
A presto...
bibina
 
Messaggi: 34
Iscritto il: mar gen 27, 2009 10:50 am

Re: Morbillo e vaccino

Messaggiodi Dr.Ascani il sab apr 09, 2016 2:05 pm

bibina ha scritto:Buona sera dottore, mi inserisco in questa discussione perchè volevo portare una testimonianza riguardo i vaccini. Ho già scritto diverse volte, mio figlio grande ha fatto i vaccini fino ai 12 mesi, poi nulla più ,mentre la piccola che ha 3 anni non ha mai fatto alcun vaccino, ci curiamo da un omeopata unicista.
Io sono insegnante, l'altro giorno un mio alunno dice di non sentirsi bene, si sente mancare, suda. In realtà non solo non ha febbre, ma la temperatura misurata è sotto i 35 gradi...Lo mandiamo a casa che non sta quasi in piedi. Il giorno prima questo bambino aveva fatto il vaccino per l'influenza... Mi chiedo, è un bambino sano, robusto, perchè volere a tutti i costi vaccinare? Fermo restando comunque che ognuno può fare come vuole, certo.
Il giorno dopo è tornato a scuola, stava meglio, ma un bello spavento lo hanno preso sia gli insegnanti che i genitori, e se fosse andata peggio?
A presto...


Esatto, la febbre è uno degli effetti collaterali più frequenti e banali ma che fa capire come l'organismo cerchi di "reagire" al vaccino. Pensi che le linee guida tradizionali raccomandano di abbassare questa febbre con il paracetamolo (sostanza epatotossica) quindi si consiglia un farmaco per limitate gli effetti collaterali provocati da un altro farmaco (il vaccino) ad un bambino che, è bene ricordare, era perfettamente "sano".
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3793
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm


Torna a Forum Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite