Thuja e papillomi

Forum dedicato all'Omeopatia con possbilità di ricevere consulti medici sulla Medicina Omeopatica. Risponde il Dott. Tancredi Ascani, medico omeopata unicista.

Thuja e papillomi

Messaggiodi Fabias il dom gen 25, 2015 6:33 pm

Gentile Dottore,, le chiedo un consiglio per mio padre 85 sofferente di poliposi vesciale (forma benigna) recidivante. Ho letto che l’assunzione di thuja 5 ch granuli (usato come rimedio sintomatico) potrebbe essere d’aiuto in questo tipo di problema. Il rimedio nella diluizione 9 ch dovrebbe avere poi un effetto preventivo. Le chiedo un suo parere in merito e se usare sempre e comunque la diluizione 5 ch a cicli mensili, tralasciando la 9 ch, potrebbe essere più utile in casi del genere.
Esistono altri rimedi omepatici sintomatici (da non usare in concomitanza) che comunque potrebbero aiutare in una situazione del genere?

Grazie. Fabio
Fabias
 
Messaggi: 33
Iscritto il: dom giu 28, 2009 10:36 am

Re: Thuja e papillomi

Messaggiodi Dr.Ascani il dom gen 25, 2015 7:28 pm

Buonasera, Thuja potrebbe aiutare ma solo se corrisponde in toto (sintomi fisici, mentali ecc.) ai sintomi di suo padre e questo solo un medico omeopata che lo abbia visitato potrà dirglielo, insieme al dosaggio raccomandato. Mai somministrarsi i rimedi da soli, ve ne sono migliaia potenzialmente indicati, la maggior parte dei quali non avrà nessun effetto.

Cordiali saluti
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3812
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: Thuja e papillomi

Messaggiodi Fabias il mar gen 27, 2015 3:30 pm

Dottore mi scusi, ma allora lei ritiene inutile la somministrazione di rimedi a bassa diluizione (aldilà della costituzione e diatesi) al solo scopo sintomatico? Ad es. il rimedio Histaminum so, anche per esperienza personale, che alle diluizioni 5...9 ch ha una buona azione antiallergica su tutti i tipi di costituzione omepatica. Per Thuja non si può applicare lo stesso principio?

Vorrei anche un parere su una mia procedura che forse, mi rendo conto, è al limite della paranoia. Quando assumo dei rimedi omeopatici ho sempre il dubbio che questi per motivo o per un altro (onde elettromagnetiche, cattivo trasporto e conservazione ecc.) siano inattivi o quantomeno non al max dell'efficacia. Per ridurre al minimo questi rischi compro due tubi dello stesso rimedio in due farmacie diverse e di due case diverse; assumo poi ogni volta insieme, ad es., 3 granuli di un tubo e 3 granuli dell'altro. C'è qualche controindicazione ad assumere conteporaneamente lo stesso rimedio di due produttori diversi? Giudica superflua questra procedura?

La ringrazio. Fabio
Fabias
 
Messaggi: 33
Iscritto il: dom giu 28, 2009 10:36 am

Re: Thuja e papillomi

Messaggiodi Dr.Ascani il mar gen 27, 2015 5:43 pm

Fabias ha scritto:Dottore mi scusi, ma allora lei ritiene inutile la somministrazione di rimedi a bassa diluizione (aldilà della costituzione e diatesi) al solo scopo sintomatico? Ad es. il rimedio Histaminum so, anche per esperienza personale, che alle diluizioni 5...9 ch ha una buona azione antiallergica su tutti i tipi di costituzione omepatica. Per Thuja non si può applicare lo stesso principio?


I rimedi sintomatici andrebbero usati meno possibile proprio perchè non puntano alla guarigione, vanno usati perlopiù nei casi acuti per dare un sollievo momentaneo. Nel caso che cita lei tipo polipi (o verruche, tumori o altri sintomi fisici sicotici) invece siamo già di fronte a un disturbo cronico che va affrontato con cure omeopatiche profonde e individualizzate che prendano in considerazione i molteplici e peculiari aspetti di suo padre.

Fabias ha scritto:Vorrei anche un parere su una mia procedura che forse, mi rendo conto, è al limite della paranoia. Quando assumo dei rimedi omeopatici ho sempre il dubbio che questi per motivo o per un altro (onde elettromagnetiche, cattivo trasporto e conservazione ecc.) siano inattivi o quantomeno non al max dell'efficacia. Per ridurre al minimo questi rischi compro due tubi dello stesso rimedio in due farmacie diverse e di due case diverse; assumo poi ogni volta insieme, ad es., 3 granuli di un tubo e 3 granuli dell'altro. C'è qualche controindicazione ad assumere conteporaneamente lo stesso rimedio di due produttori diversi? Giudica superflua questra procedura?

La ringrazio. Fabio


Mi sembra una pratica un pò eccessiva comunque non ci sono controindicazioni nel farlo.
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3812
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm


Torna a Forum Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite