Wifi e rimedi omeopatici

Forum dedicato all'Omeopatia con possbilità di ricevere consulti medici sulla Medicina Omeopatica. Risponde il Dott. Tancredi Ascani, medico omeopata unicista.

Wifi e rimedi omeopatici

Messaggiodi Fabias il lun feb 23, 2015 3:19 pm

Gentile Dottore, nella mia camera il router wifi resta acceso per gran parte del giorno; nella stessa camera, a debita distanza, ho un mobiletto in cui conservo tutti i rimedi omeopatici. Le onde del wifi sono potenzialmente deleterie come quelle dei cellulari nei confronti di tali rimedi o e come tenere accesa una semplice radiolina?

A proposito del wifi, qual'è il suo parere circa l'influenza sull'organismo umano?

La ringrazio.
Fabio
Fabias
 
Messaggi: 33
Iscritto il: dom giu 28, 2009 10:36 am

Re: Wifi e rimedi omeopatici

Messaggiodi Dr.Ascani il lun feb 23, 2015 3:52 pm

Fabias ha scritto:Gentile Dottore, nella mia camera il router wifi resta acceso per gran parte del giorno; nella stessa camera, a debita distanza, ho un mobiletto in cui conservo tutti i rimedi omeopatici. Le onde del wifi sono potenzialmente deleterie come quelle dei cellulari nei confronti di tali rimedi o e come tenere accesa una semplice radiolina?

A proposito del wifi, qual'è il suo parere circa l'influenza sull'organismo umano?

La ringrazio.
Fabio


Salve, le onde elettromagnetiche ormai sono ovunque e sicuramente bene non fanno ma l'organismo ha buone capacità di adattamento, soprattutto se lo manteniamo bene con stili di vita corretti (alimentazione, esposizione al sole, attività fisica, star lontano da farmaci, dallo stress ecc.) quindi non mi preoccuperei più di tanto; i rimedi omeopatici, per esperienza, agiscono comunque e persino i cellulari, già a pochi centimetri di distanza, perdono tantissimo del loro effetto nocivo. Valgono comunque le solite regole di buon senso: non dormire con cellulare o router vicino al letto, usare gli auricolari e possibilmente scegliere un cellulare con minori emissioni possibili, in particolare guardare il SAR ovvero lo “Specific Absortion Rate” che in italiano si traduce con con “Tasso di Assorbimento Specifico“. Più è basso e meglio è.

Cordiali saluti
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3812
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm


Torna a Forum Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron