LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Forum dedicato all'Omeopatia con possbilità di ricevere consulti medici sulla Medicina Omeopatica. Risponde il Dott. Tancredi Ascani, medico omeopata unicista.

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il mer ott 19, 2016 10:00 am

«Morbillo, molti bambini destinati ad ammalarsi e morire». Ricciardi (ISS): crollano coperture vaccini
http://www.sanitainformazione.it/salute ... iovaccini/

RIFLESSIONI
Mi dissocio totalmente da chi lancia "anatemi" simili quando la realtà dei fatti è completamente diversa:
nonostante il calo delle persone vaccinate l'incidenza del morbillo è crollata da 1259 casi segnalati a giugno 2014, a 367 casi a giugno 2016, con ZERO decessi, (dati EpiCentro).
Cosa si nasconde dietro a questo terrorismo mediatico senza senso e precedenti?
Forse il dover giustificare la spropositata cifra di "200 milioni" investita dal nostro Ministro della Salute per il nuovo "piano vaccinale" mentre si tagliano fondi in maniera scriteriata in altri settori ben più importanti della Sanità?
http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art ... id=ADr1dVO

Forse perchè ci siamo piegati "per i prossimi 5 anni", come al solito in maniera servile e obbediente, a un assurdo assurdo patto con gli USA sulla promozione delle vaccinazioni nel mondo e il crollo delle persone vaccinate in Italia rischia di far fare una ben magra figura a chi lo ha sottoscritto?
Dal sito del Ministero della Salute:
"L’Italia guiderà nei prossimi cinque anni le strategie e le campagne vaccinali nel mondo. È quanto deciso al Global Health Security Agenda (GHSA) che si è svolto venerdì scorso alla Casa Bianca. Il nostro Paese, rappresentato dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, accompagnata dal Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) prof. Sergio Pecorelli, ha ricevuto l’incarico dal Summit di 40 Paesi cui è intervenuto anche il Presidente USA Barack Obama."
http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/con ... o-mondiale

E guarda caso, la GlaxoSmithKline, una delle aziende farmaceutiche più grandi del mondo, decide di investire in Italia 1 miliardo di euro nel business dei vaccini "per i prossimi 4 anni".
http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art ... d=ACzsSh6C
Non c'è che dire, tempismo perfetto!
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il mer nov 16, 2016 10:48 pm

Meningite in Toscana, il primario: «Servono le ri-vaccinazioni»

PISA. «Non fidatevi dei falsi profeti della contro-sanità, non fidatevi di chi vi dice “Avete visto, la meningite ha colpito anche alcuni soggetti che si erano protetti col siero”. Quei medici andrebbero sanzionati. Non esiste un piano B, l’unico piano a cui fare appello è quello che suggerisce un’unica cosa: “Vacciniamoci e ri-vacciniamoci».

Francesco Menichetti non si arrende. Da sempre il primario di Malattie infettive a Cisanello è uno strenuo avversario di medici di famiglia, pediatri e operatori della sanità che sconsigliano i vaccini, «di chi ancora, in modo più o meno subdolamente, continua a proiettare sulla campagne vaccinali lo spettro di reazioni avverse strumentalizzando in numeri» o magari addirittura accostando ai farmaci il fantasma dell’autismo.

Una battaglia scientifica condotta soprattutto con i detrattori dei farmaci, contro i «generatori di ignoranza» che demonizzano anche quelli più sicuri, come il vaccino per prevenire il meningococco C, il batterio che da quasi due anni colpisce la Toscana. Durante la fase di maggiore esplosione del contagio, Menichetti arrivò addirittura a proporre alla Regione una profilassi antibiotica su tutti i portatori sani del batterio per debellare l’St11, il ceppo particolarissimo e aggressivo su cui da tempo lavorano i ricercatori dell’Istituto Superiore della Sanità.

Il primario rilancia il suo appello per la vaccinazione e lo fa in occasione dell’XI Corso avanzato di terapia antibiotica che si è aperto ieri all’hotel San Ranieri. Ormai un convegno a tutto tondo sui fronti più importanti delle malattie infettive, dall’epatite all’Hiv, dai germi killer resistenti agli antibiotici alle nuove epidemie, ma non è un caso che fra i relatori martedì 25 alle 17 ci sarà proprio il direttore dell’Istituto Superiore di Sanità, Gianni Rezza.

I NoVax sono tornati alla carica, soprattutto dopo che si sono registrati 11 casi (di cui uno mortale) di pazienti colpiti da meningococco C nonostante avessero fatto il siero. «Molti di loro - dice Menichetti - avevano contratto la malattia a troppa poca distanza dal vaccino oppure oltre il quinto anno dall’iniezione. E si sa che i vaccini hanno efficacia nei primi cinque anni, e per saperlo basta leggere il bugiardino. Per questo dico che occorre concludere il grande sforzo fatto con la campagna vaccinale ma anche avviarne un altro per fare i richiami».

Meningite: sintomi, contaggio e vaccini. Le risposte degli esperti
Secondo Menichetti contro la meningite «servirebbe una campagna per il Sì ai vaccini», seppure confessi di essere deciso a votare Sì anche al referendum. «Nella riforma è contenuto il superamento dell’esclusività regionale nella gestione del servizio sanitario. Molte competenze tornano allo Stato, ed è l’unico modo per fermare l’iniquità sul territorio nazionale. In Italia ci sono 11 regioni, soprattutto quelle del sud, che non soddisfano i livelli essenziali di assistenza, e da cui partono centinaia di migranti della sanità. Un fenomeno che le condanna a rimanere indietro e condanna chi ha ottimi sistemi a sopperire alle loro mancanze. Sia chiaro, il referendum non risolve i problemi ma ci mette sulla strada giusta per cominciare a farlo».

FONTE:
http://m.iltirreno.gelocal.it/pisa/cron ... 1.14418001


RIFLESSIONI
Da questo articolo si evincono 3 cose:

1) i vaccini non danno un'immunità certa e, se la danno, in genere è temporanea;
2) nonostante gli evidenti insuccessi delle vaccinazioni non esistono alternative valide, i vaccini non vanno comunque mai messi in discussione, e chi lo fa, non importa cosa ha da dire o se è un medico, uno scienziato o un cittadino informato, deve essere fermato o sanzionato;
3) i vaccini sono totalmente sicuri, danno solo benefici, quindi è auspicabile fare richiami addirittura ogni 5 anni, anche per un vaccino facoltativo come quello contro la meningite, come se ciò fosse del tutto innocuo per il nostro organismo.
A sostenere queste tesi, guarda caso, sono quasi sempre immunologi o infettivologi che lavorano con i vaccini, mai una volta che ci sia un contradditorio.
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il sab nov 19, 2016 3:29 pm

Ricciardi (Iss), in Italia un caso di difterite
'Non dico dove', da calo vaccinazioni ci attendiamo casi


Immagine

FIRENZE - "In Italia si è già verificato un primo caso di insulto difterico, l'ho già detto pubblicamente, ma non posso dire dove". Lo ha dichiarato il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Walter Ricciardi, riferendosi ad un attacco di difterite,parlando dei rischi connessi al calo dei vaccini, nel corso del suo intervento a un congresso di pediatria a Firenze.
A causa del calo delle vaccinazione, ha ribadito Ricciardi, "ci attendiamo anche in Italia casi di poliomielite e difterite". Ricciardi ha poi parlato del morbillo, spiegando come in Italia momento ci siano 670 mila bambini che rischiano di contrarlo poiché non vaccinati.
"A questi - ha detto - vanno aggiunti circa un milione e mezzo di giovani adulti a rischio, per un totale di circa 2 milioni di persone suscettibili all'infezione".

Fonte:
http://www.ansa.it/canale_saluteebeness ... e133a.html


RIFLESSIONI

E' molto grave che il Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità allarmi la società sulla base del nulla anche se alcuni fonti riportano che abbia specificato che si trattasse solo di "nodulo difterico, spia di un contatto con il batterio che non si è evoluto nella malattia, perché il microrganismo è stato contrastato dal sistema immunitario". Che senso ha annunciare una cosa del genere alla popolazione che è in gran parte ignara del fatto che il batterio della difterite non è mai scomparso dalla circolazione e che comunque rarissimamente porta a malattia grave in Paesi come il nostro?

Pochi giorni fa si ripetè una fatto simile in cui vennero annunciate previsioni di molte morti a causa della diminuizione dei vaccinati contro il morbillo (http://www.sanitainformazione.it/salute ... iovaccini/), affermazioni smentite dai numeri, ancor prima che dal buon senso. Una volta lanciati simili allarmi, con il supporto dalla solita amplificazione mediatica, in pochi poi si prendono la briga di andare a verificare i dati "reali" di incidenza e morti a causa del morbillo negli ultimi anni (l'incidenza del morbillo è crollata da 1259 casi segnalati a giugno 2014, a 367 casi a giugno 2016, con ZERO decessi - dati EpiCentro) e la maggior parte dei cittadini iniziano a farsi guidare da timori ed allarmismi assolutamente immotivati.

La gaffe di 2 giorni fa sulla difterite non ha fatto altro che dare ulteriore conferma del già ben noti atteggiamenti di servilismo e ignoranza dei media in ambito medico-sanitario, dove si vuol sempre far passare lo stesso tendenzioso messaggio che più o meno risuona così: bisogna vaccinarsi acriticamente verso tutto, altrimenti sarà un ecatombe.

"Vaccinatevi, vaccinatevi, vaccinatevi", questo il messaggio che viene ormai ripetuto in continuazione, in modo fin troppo stomachevole, da ogni giornale e programma TV e persino dal Presidente della Repubblica, omettendo costantemente di ricordare le diverse controindicazioni alle vaccinazioni (che non sono acqua fresca!) e le molteplici persone gravemente danneggiate dai vaccini che per molti (purtroppo anche medici) non esistono.

Non sorprende affatto constatare che gli stessi media che ieri hanno allarmato tutta l'Italia con servizi continui sul presunto caso di difterite oggi non abbiano smentito subito la notizia in quanto FALSA: non c'è stato nessun malato di difterite ma hanno semplicemente ritrovato il batterio nel tessuto di un soggetto non malato, definito quindi portatore sano, come avviene per una miriade di altri microrganismi, anche patogeni, che albergano nel nostro organismo senza dare malattia. Questo a conferma dell'importanza del cosiddetto "terreno", mai da nessuno menzionato e la cui importanza aveva ben compreso persino Pasteur, padre della microbiologia moderna, allorchè disse "il terreno è tutto, ben più importante del microbo".

Tre cose serve dire in merito a quanto successo:

1) non c'è stato nessun malato di difterite in Italia ieri, l'ultimo decesso risale al 1991 e questo nonostante sopra i 20 anni un gran numero di persone non siano più immunizzate verso il batterio responsabile della difterite;

2) "il vaccino con tossoide antidifterico non è concepito per impedire la colonizzazione e la trasmissione di Clostridium diphtheriae. E' quindi destinato solo alla protezione personale" (Dott.ssa Tetyana Obukhanych, immunologa), che diminuisce con il tempo.

3) Non fidatevi mai "ciecamente" dei media o di chi vorrebbe decidere per voi sulla vostra salute.

Parlare di ritorno della difterite perchè in Italia sono diminuiti i vaccinati è un'affermazione falsa e antiscientifica. La malattia rimane un evento eccezionale nel nostro Paese e questo nonostante molte persone non siano più immunizzate dal vaccino che con il tempo tende a perdere la sua efficacia. Persone che nessuno si prende la briga di conteggiare.
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il sab nov 26, 2016 5:56 pm

Vaccini e nidi, la Regione al lavoro per superare l'esavalente

La Regione ora si sta attrezzando per consentire di fare solo le quattro vaccinazioni necessarie per l'iscrizione al nido. «Nel caso ci fosse qualcuno che si vuole vaccinare solo per le quattro vaccinazioni obbligatorie ci metteremo di qui a giugno nelle condizioni di poterlo fare», assicura l'assessore alla Sanità, Sergio Venturi. Detto questo, secondo la Regione il vincolo per l'iscrizione al nido «pensiamo che debba essere esteso in futuro oltre ai quattro vaccini oggi obbligatori», dice Bonaccini. Servirebbe però una legge nazionale.
Viene annunciata una campagna informativa sui vaccini rivolta anche a maestre e collaboratrici dei nidi, altro tema posto dagli utenti durante la diretta Facebook. «E' evidente che anche loro, nel caso non fossero gia' immunizzati, sarebbe bene si sottoponessero alla vaccinazione», dice Venturi.
Bonaccini nel corso della diretta attesta la propria soddisfazione per l'eco del provvedimento. «Abbiamo ricevuto un'ondata straordinaria di consenso da parte di famiglie, genitori, esperti, comunita' scientifica e amministratori», dice. E conferma: «Siamo anche pronti a ritirare il provvedimento qualora tra qualche tempo, speriamo presto, si torni sopra quella soglia» del 95% di vaccinazioni.
La discussione via web non ha mancato di attirare commenti e dubbi in liberta' sui vaccini, dall'idea che i bambini che li hanno fatti siano «contagiosi» alla tesi dei danni prodotti dalle «nanoparticelle» che contengono.

Venturi lancia allora un appello: «Abituiamoci a non fidarci delle leggende e ad ascoltare le persone informate, in particolare gli scienziati che non sono affatto prezzolati ma che dicono le cose imparate negli studi e nella vita professionali».

Fonte:
http://mobile.corriere.it/m/informazion ... 5514651/1/


RIFLESSIONI
Dopo una legge fatta con i piedi gli assessori della Regione Emilia Romagna cercano di correre ai ripari con i vaccini singoli preparati in fretta e furia e si irride chi sostiene che i vaccinati possano essere contagiosi; questo fa capire il bassissimo livello di preparazione di queste persone, che pretendono di decidere sulla salute pubblica. Senza scomodare gli scienziati,anche un genitore informato sa che per i vaccini a virus vivi attenuati c'è la possibilità di contagiosità da parte del soggetto vaccinato tant'è che lo dice pure la Legge:

Immagine
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il mar nov 29, 2016 2:39 pm

Vaccini. Campagna pubblicitaria finanziata da azienda che li produce. Codacons denuncia

Immagine

Agenpress – Nuova offensiva legale del Codacons sul fronte dei vaccini. L’associazione ha deciso infatti di presentare una denuncia all’Autorità Nazionale Anticorruzione affinché si indaghi sul rapporto tra medici e aziende farmaceutiche.

L’ultima anomalia appare sui quotidiani – spiega l’associazione – è una pubblicità a tutta pagina promossa dalla Fimmg, con il contributo di Pfizer, dove si invitano i cittadini ultra65enni a sottoporsi a ben due vaccini: quello contro l’influenza e quello contro la polmonite.

Un invito corretto a giudizio del Codacons – che sostiene i vaccini purché singoli e testati – se non fosse che, guarda caso, il vaccino contro la polmonite è prodotto proprio dalla Pfizer, società che finanzia la pubblicità dei medici apparsa sui giornali!! E la stessa Pfizer è stata di recente oggetto di una dura contestazione da parte di Medici Senza Frontiere proprio per il prezzo abnorme cui vende il vaccino contro la polmonite.

Il Codacons ha deciso dunque di investire della questione Raffaele Cantone, presentando all’Anac un dossier su presunti conflitti di interesse tra medici impegnati sul fronte dei vaccini e aziende farmaceutiche che producono vaccini.

In Italia – spiega l’associazione – si tollerano i finanziamenti tra medici e case farmaceutiche: un aspetto sul quale crediamo sia necessario fare chiarezza, non per demonizzare la categoria, ma esclusivamente per tutelare i cittadini e il diritto alla salute.

Fonte:
http://www.agenpress.it/notizie/2016/11 ... -denuncia/
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il mar nov 29, 2016 2:59 pm

PUBBLICITA' REGRESSO

UNA VOLTA...

Immagine

Immagine

Immagine

OGGI...

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Siamo messi veramente tanto meglio?
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il mar dic 06, 2016 2:20 pm

NUOVO PIANO VACCINALE.
Costerà quasi il doppio e aumenterà il numero dei vaccini, addirittura si favorirà la vaccinazione antipapilloma virus per i maschi undicenni... cara Lorenzin, non ci mancherà.

http://mobile.ilsole24ore.com/solemobil ... fresh_ce=1

"Le risorse, pari a 100 milioni di euro per il 2017, 127 milioni per il 2018 e 186 milioni per il 2019, sono ribadite nel Ddl della legge di Bilancio...

Vengono introdotti nuovi vaccini, come l'anti papilloma virus esteso anche ai maschi, l'anti pneumococco e l'anti meningococco...

...il Piano nazionale vaccini 2016-2018 prevede che nuove vaccinazioni vengano offerte gratuitamente alla popolazione per fascia d'età e contiene capitoli dedicati agli interventi vaccinali destinati a particolari categorie a rischio: meningo B e rotavirus (1° anno di vita); varicella 1a dose (2° anno di vita); varicella 2a dose (5-6 anni); Hpv nei maschi 11 enni; IPV meningo tetravalente (adolescenti), pneumococco e zoster (anziani)."
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il ven dic 16, 2016 12:59 pm

Aifa, Sergio Pecorelli si è dimesso: «Incompatibilità inconsistente ma preferisco fare un passo indietro». Lorenzin: «Dimostrerà la sua totale estraneità ai fatti»
http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art ... d=ACDWujuB

Bufera sull’Aifa: dai super compensi a Pani che non si recuperano al contributo (50mila euro) al meeting di Cl. Interrogazione al Senato.

http://www.sanita24.ilsole24ore.com/art ... d=ADzIFFKB
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il dom dic 18, 2016 11:24 pm

Meningite, il Codacons chiede l'intervento dei Nas. "E' caos vaccini"
Dopo il caso del bambino di 4 anni vaccinato e colpito comunque da meningite C, il Codacons chiede che "sia fatta pienamente luce sull'efficacia del vaccino contro la meningite"

Immagine

Fonte:
http://www.lanazione.it/firenze/cronaca ... -1.2762281


RIFLESSIONI
Un'epidemia inventata di sana pianta grazie a un test molecolare (la "Polymerase Chain Reaction) che diagnostica molti più casi rispetto ai normali esami colturali ( https://www.google.it/amp/www.lanazione ... id-samsung ) e ai media che hanno iniziato ad allarmare la popolazione conteggiando ogni caso, milioni di euro spesi in vaccini, milioni di persone nel panico indotte a vaccinarsi con le solite superficiali e frettolose rassicurazioni che il vaccino è sicuro, efficace e necessario. Ovviamente nessuna parola sui rischi. Ed ecco il prevedibile risultato: 13 casi di meningite tra persone vaccinate su 28 totali nel 2016, nella sola Toscana ( http://firenze.repubblica.it/cronaca/20 ... 154291000/ )
Enormi responsabilità di quanto è accaduto vanno ai media, alle istituzioni e ai molti medici che non hanno fatto una corretta informazione. Era noto che il vaccino anti meningite, sia B che C, fosse poco efficace (per il vaccino antimeningite quadrivalente "Menveo", l' immunogenicità verso il siero gruppo C è del 73% dopo un mese per ridursi al 53% 12 mesi dopo la vaccinazione nei bambini di 2-10 anni. Per l'antimeningocco B le cose non vanno molto meglio: http://www.assis.it/vaccino-la-meningit ... -efficace/ )
ma nessuno ha dato spazio a chi lo diceva, anzi, si rischiava di venire minacciati se non di peggio, in questo squallido sistema in cui nessuno deve mai proferir parola contro i vaccini. Quanti avrebbero fatto il vaccino conoscendo la sua reale efficacia? Si sarebbero potute prendere altre misure preventive conoscendo tali risultati? Chi pagherà per tutto questo? Le aziende produttrici di vaccini no sicuro!
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Re: LE FOLLIE DELLA SCIENZA...

Messaggiodi Dr.Ascani il lun gen 02, 2017 1:01 pm

Terni Sospetta meningite, uomo ricoverato nel reparto di malattie infettive, Sospetta meningite, uomo ricoverato nel reparto di malattie infettive.

Immagine

http://www.perugiatoday.it/cronaca/tern ... mbria.html

RIFLESSIONI

E ora è giunto veramente il momento di dire basta!

Giornali che titolano a caratteri cubitali "Uomo ricoverato per SOSPETTA MENINGITE" per poi scrivere che era solo una "forma di SINUSITE, senza alcun rischio di contagio“, ma intanto l'allarme è stato creato.

Gente nel panico che mi contatta da tutta Italia per chiedermi cosa fare e io ovviamente, più che fornire i dati, non posso fare.

All'improvviso meningiti ovunque con esortazioni continue a vaccinarsi, a reti unificate, in un Paese come l'Italia che è "oltre 100 volte sotto i livelli di definizione di epidemia" e che ha avuto incidenze ben superiori a quelle di quest'anno (ma sempre basse, a livello statistico-epidemiologico) senza che nessuno dicesse nulla.

Nel 2008 (si vedano tabelle sotto) abbiamo avuto incidenze quasi identiche di meningococco in Italia, addirittura allora ci furono più casi di meningococco C tra i bambini da 0 a 4 anni (0,32 nel 2008 contro 0,26 nel 2015) e nessuno ha dato alcun allarme meningite... forse perchè era il periodo dell' INFLUENZA SUINA e quella solo doveva far notizia, all'epoca?

Dal 1998 al 2005 abbiamo avuto molte più meningiti da meningococco all'anno e dal 2006 al 2009 gli stessi casi, circa, del 2015. 196 casi nel 2015 contro ben 343 nel 2004 (quasi il doppio!) e anche allora, NESSUNA PSICOSI MENINGITE.

Qui si dovrebbero prendere seri provvedimenti verso un SISTEMA MEDIATICO SCRITERIATO e totalmente di parte che sta creando allarme sociale spingendo a trattamenti medico sanitari di massa senza che vi sia alcuna reale emergenza sanitaria o indicazione da parte di LINEE GUIDA INTERNAZIONALI (l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda la vaccinazione su larga scala solo nei Paesi con tassi endemici alti: >10 casi/100.000 abitanti/anno o intermedi: 2-10 casi/100.000 abitanti/anno di malattia invasiva meningococcica, NOI SIAMO a 0,3 casi\100.000 abitanti nel 2015-2016).

Invito i cittadini, prima di farsi prendere dal panico, ad informarsi in maniera SERIA e a non seguire in maniera acritica gli scoop giornalistici; informatevi sempre con i dati di sorveglianza REALI dell'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA', facilmente reperibili nel web.

Solo allora prendete pure la decisione che ritenete più opportuna, che certamente spetta solo a voi.
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3788
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

PrecedenteProssimo

Torna a Forum Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron