LA COMBINAZIONE DI ANTICOAGULANTI ANTIAGGREGANTI...

Sezione riservata alla segnalazione di effetti indesiderati o inefficacia di terapie o interventi diagnostici.

LA COMBINAZIONE DI ANTICOAGULANTI ANTIAGGREGANTI...

Messaggiodi Dr.Ascani il gio set 24, 2009 7:57 am

LA COMBINAZIONE DI ANTICOAGULANTI ANTIAGGREGANTI AUMENTA IL RISCHIO DI PERFORAZIONE INTESTINALE

L’associazione tra anticoagulanti e antiaggreganti piastrinici oltre ad aumentare il rischio di sanguinamento, può produrre la perforazione del tratto gastrointestinale superiore.
Tre settimane era la ricerca condotta da Harris Interactive presentata al congresso annuale della European Society of Cardiology tenutosi a Barcellona in cui i cardiologi dell’Europa Occidentale si dimostravano poco entusiasti della terapia antiaggregante piastrinica orale con aspirina e aspirina più inibitori del recettore adenosina difosfato nel trattamento della sindrome coronarica acuta (SCA); a sottolinearne i rischi oggi sono i ricercatori dei Veterans Affairs.
Gli studiosi hanno esaminato i dati di 78.084 pazienti, di età compresa tra 60 e 99 anni. Al 30% circa di questi soggetti era stata prescritta una combinazione di 2 o 3 farmaci; le combinazioni comprendevano:
1) anticoagulante + antipiastrinico (ACAP);
2) Aspirina + antiaggregante piastrinico (ASAP);
3) Aspirina + anticoagulante ( ASAC );
4) Aspirina + anticoagulante + antiaggregante piastrinico ( TRIP ).
La prescrizione di questi farmaci riguardava pazienti con una storia di infarto del miocardio, ictus o malattia vascolare periferica.
Entro un anno dall’assunzione di questi farmaci, 1.061 sono andati incontro a un evento del tratto gastrointestinale superiore, come sanguinamento o perforazione.
I pazienti a cui erano state prescritte, le combinazioni ASAP e ASAC presentavano una probabilità 2,5 volte maggiore di soffrire di un evento gastrointestinale superiore; la minore incidenza di questi eventi si è avuta tra i pazienti che assumevano ACAP. I pazienti trattati con la combinazione TRIP hanno presentato un aumento del rischio di 4 volte di eventi gastrointestinali del tratto superiore.
I più giovani pazienti ( età compresa tra 60 e 69 anni ) erano quelli a più alto rischio, per il fatto che assumevano maggiormente la triplice terapia ( Aspirina + anticoagulante + antiaggregante piastrinico ) a causa di una storia di ictus, diabete e malattia arteriosa periferica.

Fonte:
Sanità News del 24/09/2009
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3784
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Torna a Osservatorio su terapie o interventi diagnostici

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron