Piccola riflessione sul recente caso di otite

Qui è possibile postare e commentare articoli sulla Medicina Omeopatica. Si raccomanda di citare sempre la fonte dell'articolo.

Piccola riflessione sul recente caso di otite

Messaggiodi Dr.Ascani il mar mag 30, 2017 7:24 pm

Immagine

Nella mia pratica ambulatoriale quotidiana avrò curato con l'omeopatia unicista (un solo rimedio, massimo due = costo 5-10 euro circa) qualche centinaio e forse migliaio di otiti con diagnosi fatte da pediatri che avevano quasi sempre prescritto subito antibiotici. In diversi casi erano bambini che, seppur curati con antibiotici e secondo le linee guida tradizionali, in precedenza sono comunque incorsi in complicanze come perforazioni del timpano o mastoiditi. E nessuno ha mai detto nulla, in questi casi non c'è mai stata nessuna notizia, nessuno si è mai sognato di scrivere un articolo contro le cure farmacologiche tradizionali anche di fronte ad un'evidente insuccesso delle stesse.
Nella mia esperienza, usando l'omeopatia, il bambino si è sempre ristabilito in maniera rapida, senza alcuna complicanza e, che io ricordi, senza mai ricorrere all'antibiotico ma al massimo e a discrezione del genitore, ad un blando antidolorifico per alleviare un pò il dolore. Questo avviene di continuo negli studi di ogni medico omeopata serio, è la prassi, non cerchiamo nessun riconoscimento, nessuno scrive articoli su di noi, svolgiamo soltanto la nostra missione di medici con dedizione, passione e grande soddisfazione perché con l'omeopatia si riescono ad evitare gli effetti collaterali dei farmaci e si evita di favorire il grande problema delle farmacoresistenze, vera piaga della nostra epoca. Questo non esclude ovviamente che a volte, quando il medico non riesce ad individuare rapidamente il rimedio omeopatico efficace (ricerca non sempre facile visto che deve essere sempre strettamente individualizzato e scelto tra tanti possibili) o se il bambino non risponde in maniera celere alle cure, si debba ricorrere all'antibiotico; non farlo in questi casi sarebbe sicuramente un errore del medico che ricordo, ha una formazione medica classica, prima di tutto.
Se però pensiamo a quanti bambini vengono curati con l'omeopatia in maniera efficace ogni giorno dai circa 20 mila medici omeopatici che operano in Italia, evitando l'abuso di farmaci che hanno portato a MIGLIAIA DI MORTI l'anno (5000-7000 solo in Italia) per infezioni farmaco-resistenti e costi sociali elevatissimi, ritengo sia veramente inaccettabile questa disparità di trattamento.
L'omeopatia è una una grandissima risorsa e opportunità per la Medicina "tutta" e andrebbe appoggiata, insegnata e favorita in ogni modo, come avviene già in diversi Paesi dove addirittura in strutture ospedaliere si pratica da tempo una medicina integrata e il paziente, dietro consiglio di medici preparati e che collaborano senza diatribe inutili, può scegliere che tipo di terapia seguire con serenità e libertà, godendo per di più di detrazioni fiscali pari a quelle che si hanno normalmente per le cure tradizionali.
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3818
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Torna a Articoli Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron