Influenza

Qui è possibile postare e commentare articoli sulla Medicina Omeopatica. Si raccomanda di citare sempre la fonte dell'articolo.

Influenza

Messaggiodi Dr.Ascani il ven dic 19, 2008 7:02 pm

La sindrome influenzale è un'infezione virale respiratoria acuta, tipicamente stagionale e favorita dai climi freddi, altamente epidemica alle nostre latitudini nel tardo inverno o nella prima primavera. "Influenza" è un termine adottato in tutto il mondo e deriva dal latino "influentiae", parola che rifletteva la credenza degli antichi romani secondo la quale la comparsa di epidemia dipendeva dall'influenza sfavorevole di congiunzioni astrali. Il virus influenzale è presente da millenni nella popolazione umana: le prime epidemie sono descritte dai Greci nel V secolo A.C. Indagini di siero-archeologia hanno evidenziato che virus antigenicamente simili quelli circolanti oggi erano già presenti nell'uomo dell'ottocento. Il primo isolamento del virus risale al 1933 in Inghilterra. Da allora sono stati identificati tre tipi di virus influenzale, costituenti il genere Orthomixovirus: i tipi A e B, responsabili dell'influenza classica, e il tipo C, generalmente asintomatico o in causa nel raffreddore comune. I virus influenzali A e B vanno incontro a frequenti e permanenti cambiamenti del loro assetto antigenico, determinando la comparsa di sottotipi nuovi. Poiché la popolazione non ha mai incontrato questi nuovi sottotipi, in determinate circostanze questi cambiamenti possono provocare una infezione improvvisa e invasiva in tutti i gruppi di età su scala mondiale, definita "pandemia". Perché ciò avvenga è necessario che il nuovo virus sia in grado di trasmettersi da uomo a uomo in modo efficace. Ciò fortunatamente non è avvenuto, ad esempio, per il virus di Hong Kong del 1997, altamente pericoloso e spesso mortale. La terapia allopatica dell'influenza è essenzialmente sintomatica. Si utilizzano antipiretici, analgesici e antinfiammatori (paracetamolo, acido acetilsalicilico) e anticongestionanti nasali per favorire la respirazione, oltre al riposo a letto. I recenti farmaci antivirali (amantadina e rimantadina), andrebbero usati solo quando ci siano rischi di gravi complicazioni perché possono avere effetti collaterali di tipo neurologico e favorire lo sviluppo di ceppi mutanti resistenti.
La terapia omeopatica della sindrome influenzale si è dimostrata particolarmente efficace sotto molti aspetti: a) nella prevenzione, evitando la comparsa della malattia con l'assunzione regolare di farmaci omeopatici dall'inizio dell'autunno; b) nell'alleviare i sintomi e accelerare la guarigione durante la malattia conclamata; c) nel contribuire ad evitare le complicanze.

Fonte:
Cahiers de bioterapie, 4: XIII, ottobre-dicembre 2005, 17-23.
Articolo di Luisella Zanino
Dott. Tancredi Ascani
Iscritto all’Ordine dei Medici Chirurghi di Perugia che praticano Medicine Non Convenzionali per la disciplina Medicina Omeopatica
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3780
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Torna a Articoli Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron