Legame tra stress e sindrome da intestino irritabile

Qui è possibile postare e commentare articoli sulla Medicina Omeopatica. Si raccomanda di citare sempre la fonte dell'articolo.

Legame tra stress e sindrome da intestino irritabile

Messaggiodi Dr.Ascani il mar apr 20, 2010 9:24 am

Lo stress si ripercuote non soltanto sull’equilibrio psicologico e sul benessere ma anche sulla salute dell’intestino, celebre per essere il secondo cervello dell’essere umano.

Un gruppo di ricercatori canadesi ha seguito per un anno 552 pazienti con diagnosi di sindrome da intestino irritabile (IBS) e hanno osservato che i sintomi aumentavano in associazione a momenti o eventi particolarmente stressanti.

I ricercatori dell’University of Manitoba di Winnipegh hanno presentato i risultati del loro studio sull’ultimo numero dell’American Journal of Gastroenterology. Lo studio conferma ciò che spesso i pazienti con sindrome da intestino irritabile dichiarano, e cioè che lo stress acuisce i sintomi e il dolore.

“Il nostro studio conferma questa supposizione e dimostra che la percezione dello stress ha un effetto diretto sul corso della malattia”, ha spiegato il responsabile della ricerca, Charles N. Bernstein.

I pazienti che mostravano una elevata percezione dello stress in particolari momenti della vita vedevano aumentare di due volte il rischio di un inasprimento dei sintomi.

Secondo le ipotesi formulate dai ricercatori, lo stress agisce sul sistema nervoso simpatico e di conseguenza sui tessuti intestinali, ma può anche essere che gli ormoni dello stress favoriscano una proliferazione di batteri “cattivi” che popolano l’intestino e che quindi possono aumentare i sintomi.

Lo scienziato canadese ha chiarito che lo studio non dimostra che lo stress provoca la sindrome da intestino irritabile, ma che certamente rappresenta un fattore esterno significativo per aumentare l’intensità delle crisi e dei sintomi.

“I medici dovrebbero tener conto di questo dato e invitare i pazienti ad apprendere le tecniche di gestione dello stress”, ha concluso Bernstein.

Fonte:
http://news.paginemediche.it/it/231/la- ... aspx?c1=80
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3778
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Torna a Articoli Omeopatia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron