Bambini vegan: 6 consigli della dietista

Qui è possibile postare e commentare articoli sulla Dietologia. Si raccomanda di citare sempre la fonte dell'articolo.

Bambini vegan: 6 consigli della dietista

Messaggiodi Dr.Ascani il gio giu 30, 2016 7:15 am

Immagine

Disponiamo ormai di evidenze che dimostrano come una dieta vegetariana predisponga il bambino ad apprezzare ed accettare maggiormente frutta e verdura, di solito una battaglia da combattere spesso scoraggiante. Altre evidenze dimostrano come i bambini vegani siano a minor rischio di sviluppare obesità e malattie cardiovascolari. A questo si unisce però il pericolo di instaurare carenze, se il genitore non è addestrato sulle strategie da adottare per prevenirle. Ecco allora qualche utile consiglio generale. Se avete perplessità è importate consultare un professionista della nutrizione che potrà aiutarvi a perfezionare l’alimentazione in base alle esigenze del vostro bambino e alle vostre dinamiche famigliari! Ora vediamo insieme alcuni consigli legati anche al tema dell’alimentazione per i bambini vegan.

Immagine

1. Innanzitutto è molto importante assicurare al bambino un adeguato apporto di calorie, questo per poter soddisfare il fabbisogno di tutti i macronutrienti in maniera adeguata, adottando uno schema alimentare che si articoli in 5 pasti: una colazione abbondante, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena. Eventualmente, si può inserire anche lo spuntino “della buona notte”, dipende dalle caratteristiche del bambini, dal suo fabbisogno e dall’attività fisica che svolge (non esiste un consiglio che a priori vada bene per tutti).

2. Per coprire il fabbisogno proteico è importante utilizzare la “complementazione”: come chi sceglie un’alimentazione vegetariana ben sa, i legumi sono carenti dell’amminoacido essenziale metionina (tutti tranne la soia), mentre i cereali sono carenti dell’amminoacido essenziale lisina (e triptofano nel mais). Per sopperire a queste carenze è necessario consumare cereali e legumi nello stesso pasto, in modo che le rispettive carenze di possano compensare. Alcuni esempi possono essere pasta e fagioli, polenta e lenticchie, riso e piselli, insalate di riso-farro-quinoa con legumi, fari-frittata cucinata con farina di ceci e latte di avena… La biodisponibilità delle proteine vegetali è inferiore quindi, soprattutto nel caso in cui si decidesse di seguire un’alimentazione vegana, la richiesta è maggiore. Per questo, il rispetto delle calorie risulta essenziale anche per garantire un adeguato apporto ed utilizzo proteico per scopi strutturali e di regolazione e non solamente energetici.

3. È preferibile non introdurre cereali integrali fino ai 3 anni di età, in quanto l’intestino del bambino prima di tale età non è in grado di digerirli perfettamente e soprattutto perchè troppa fibra può interferire con l’assorbimento di minerali e vitamine.

4. Soprattutto nei primi anni non vanno limitate buone fonti di grassi come olio extravergine di oliva, olio extravergine di cocco, panna o latte di cocco, olio di semi di lino, avocado e, quando il bambino sarà più grande, frutta secca e semi oleosi.

5. Un buon consiglio è quello di prevedere l’assunzione di più fonti vegetali di calcio durante l’arco della giornata e di assumere acque minerali con alto livello in calcio. È bene abituare fin da piccolo il bambino al sapore aspro aggiungendo qualche goccia di limone alla frutta frullata, ad esempio, in modo che da più grandicello si possa utilizzare questo trucco per condire le pietanze e rendere maggiormente disponibile l’assorbimento del ferro.

6. Gli alimenti da limitare il più possibile sono invece tutte le preparazioni industriali ricche di zuccheri semplici, sodio e grassi trans o comunque trasformati industrialmente. Vero veleno. Non spaventatevi se i vostri figli crescendo sembreranno abbandonare il corretto stile di vita che gli avete insegnato avvicinandosi invece al junk food. L’adolescenza è il periodo della contestazione, della lotta contro agli schemi precostituiti e alle “imposizioni” dei genitori, ma se nell’infanzia sono stati educati alla corretta alimentazione lì torneranno, ci vorrà solamente un po’ di pazienza e perseveranza!

Fonte:
http://www.vegolosi.it/news/bambini-veg ... -dietista/
Dr.Ascani
Site Admin
 
Messaggi: 3780
Iscritto il: dom nov 02, 2008 11:36 pm

Torna a Articoli Dietologia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron